+39.3395928896
segreteria@aipoitalia.it

L’influenza sociale della parola olistica

Associazione Italiana Professionisti Olistici

A differenza di oggi in cui le parole hanno perso “peso” e vengono utilizzate con la leggerezza di una piuma, se non addirittura manomesse, svuotate del loro significato originario e riempite di un significato di comodo, per gli antichi le parole erano importanti.

Quello che è possibile osservare negli ultimi anni che la parola olistica è stata abusata in alcuni settori, a causa della tendenza che l’ha rivista tornare di moda. Quando succede che siano le mode a guidare le scelte accade spesso che si perda il contenuto a favore del contenitore nel quale qualcosa viene inserito. Cosi come ad esempio è accaduto con il concetto di “green”, ossia di ecosostenibile, che è diventato così un must per la vendita che anche sostanze dannose, come la benzina o altre, sono diventate green, e cosi sembra che siano meno pericolose e a basso impatto ambientale. Sta accadendo, forse, lo stesso al significato di olistico?

L’olismo, parola antica che viene dal greco e che significa “intero, globale, tutto”, è direttamente contrapposto al significato di riduzionismo, la visione attuale che permea la nostra civiltà e che tende a dividere ogni cosa come se fosse indipendente dalle altre. Nella visione olistica, invece, è ben noto come ogni realtà sia in stretta correlazione con l’ambiente che la circonda e che le sue proprietà variano al variare dell’ambiente con il quale si relaziona. 

Avere una visione olistica dell’individuo e della realtà significa considerarlo nella sua interezza nei suoi molteplici aspetti: fisico, mentale emozionale ed energetico interrelato con l’ambiente che lo circonda e che diventa il suo specchio, scegliere di osservare se stessi e la vita in modo integrato, olistico permette di generare sani stili di vita.

AIPO Italia