+39.3395928896
segreteria@aipoitalia.it

COSA FACCIAMO

Associazione Italiana Professionisti Olistici

AIPO RILASCIA AI PROPRI ISCRITTI

una Attestazione di
Qualità e Qualificazione dei Servizi Professionali

ai sensi della Legge 14 gennaio 2013, n. 4
è una Associazione di Categoria Professionale

Come da art.4 del proprio Statuto, AIPO ha i seguenti scopi:

Definizione

– Definire il Profilo Professionale del Professionista Olistico di A.I.P .O.
– Identificare al Professionista Olistico la Disciplina con la quale svolge la propria professione e che si Integra con altre metodiche in ambito di sviluppo della coscienza.

Formazione
– Definire gli standard formativi e professionali che consentono l’accesso all’Associazione ed individuare specifici iter formativi per il Professionista Olistico.

Iscrizione

– Realizzare un iter di verifica in ingresso dei requisiti per l’iscrizione come Socio.

Aggiornamento Permanente e Attestazione

– Definire i requisiti minimi che un Professionista Olistico deve possedere per garantire all’utente un’attività svolta con “professionalità”.
– Definire i parametri minimi per i Soci di procedere all’aggiornamento permanente nonché di prevedere idonei strumenti di verifica che accertino l’effettivo adempimento di tale obbligo. Promuovere e stimolare una formazione continua attraverso un processo di “educazione continua” e di interscambio culturale fra il mondo professionale e quello accademico, volto ad arricchire le reciproche competenze tecniche e scientifiche nel rispetto delle diverse specificità professionali.
– Verificare il possesso da parte dei soci dei requisiti necessari a mantenere lo status di Socio nonché dei requisiti per il rilascio dell’attestazione ai sensi della legge 4/13.

Livelli Professionali

– Definire i requisiti e le modalità di passaggio dei livelli professionali previsti dall’Associazione.
– Richiedere e verificare una supervisione continua come professionista, sia specifica alla propria/e disciplina/e che alle conoscenze, competenze e abilità professionali che si possono riferire alla condotta professionale.
– Richiedere e promuovere tirocini didattici.

Elenchi

– Rilasciare ai propri iscritti come Professionista Olistico un Attestato di Iscrizione come socio ordinario e successivamente all’iscrizione nell’elenco web del MISE, su specifica richiesta del socio una Attestazione di Qualità e Qualificazione Professionale dei Servizi ai sensi degli articoli 7 e 8 della Legge 14 gennaio 2013, n° 4 e successive modifiche relativamente all’assolvimento degli obblighi di formazione e al possesso dei requisiti professionali previsti dall’Associazione.
– Istituire al proprio interno un elenco dei Soci aggiornato annualmente.

Servizi

– Promuovere e coordinare iniziative e collaborazioni volte al riconoscimento ed alla tutela specifica per l’attività svolta dal Professionista Olistico A.I.P.O.
– Offrire agli iscritti servizi aggiuntivi di assistenza, riguardante gli ambiti: assicurativo, legale ed amministrativo, di promozione, collaborando o creando forme di collaborazione, se necessario, anche con altri enti.
Sviluppo del Modello Olistico
– Promuovere e sostenere una cultura per la diffusione del modello olistico di essere umano, che integra la dimensione globale dell’essere in una visione ecologica ed evolutiva; pertanto promuovere anche la diffusione di strumenti per imparare a costruire un nuovo equilibrio tra l’essere umano nella sua globalità e l’ambiente al fine di vivere in armonia con noi stessi, con gli altri e con l’intero ecosistema.
– Rappresentare in Italia la Visione Olistica ed offrire un processo di crescita e di sviluppo di questa professione e della competenza, sia attraverso il sistema dell’attestazione per il professionista, che attraverso momenti di educazione al discente non ancora diplomato.

Cultura Olistica

– Stimolare l’interdisciplinarietà con e fra le scienze umane, sociali e naturali, quale risposta alla multidimensionalità e complessità, imprescindibile dell’individuo; in un’ottica di integrazione ma anche di rispetto e di valorizzazione delle reciproche peculiarità epistemologiche e metodologiche .
– Favorire lo studio, l’approfondimento, lo scambio e la diffusione del modello olistico professionale
– Offrire servizi al sostegno dei professionisti, Soci ed iscritti all’Associazione, con finalità culturali e/o professionali al fine di arricchire e creare forza tra gli intenti comuni di una visione olistica.
– Predisporre centri di documentazione a servizio dei Soci.
– Stabilire rapporti di dialogo e di confronto tra gli stessi Soci, tra professionisti o con altri enti nazionali, europei o internazionali, sia pubblici che privati.
– Svolgere e promuovere congressi, convegni, manifestazioni scientifiche, pubblicazioni, informazioni multimediali, seminari di studio ed altre attività a fini di studio, divulgazioni editoriali, approfondimenti e aggiornamenti professionali e dibattiti anche online, il cui obiettivo sia la diffusione e il raggiungimento dei propri scopi statutari.
– Elaborare programmi di ricerca individuando protocolli idonei alla salvaguardia della specificità dell’approccio “olistico”, per le discipline svolte dal Professionista Olistico.
– Realizzare pubblicazioni editoriali e non finalizzate al raggiungimento dei propri scopi statutari.

Garanzie per l’utente

– Vigilare sulla condotta professionale degli associati e stabilire le sanzioni disciplinari da irrogare agli associati per le violazioni del codice di condotta adottato ai sensi dell’art. 27-bis del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206;
– Promuovere forme di garanzia a tutela dell’utente ai sensi della legge 4/2013, tra cui l’attivazione di uno sportello di riferimento per il cittadino consumatore, presso il quale i committenti delle prestazioni professionali possano rivolgersi in caso di contenzioso con i singoli professionisti, ai sensi dell’art. 27-ter del codice del consumo, di cui al decreto legislativo 6 settembre 2005, n. 206, nonché ottenere informazioni relative all’attività professionale in generale e agli standard qualitativi richiesti agli iscritti.

Garanzie per la professione
– Promuovere e tutelare in ogni sede gli interessi generali della professione olistica anche ponendosi come parte interessata in trattative di carattere contrattuale e in generale sindacale.
– Rappresentare a livello italiano il modello olistico professionale all’interno di più ampie associazioni europee in accordo con le Direttive comunitarie riguardanti il raggiungimento degli standard comuni in tema di riconoscimenti.

Il ruolo
delle Associazioni
secondo il MISE

Ministero dello Sviluppo Economico

La legge individua un particolare ruolo per le Associazioni Professionali (articolo 2).
Ad esempio:

– non hanno vincoli di rappresentanza esclusiva (es. possono esistere più associazioni per la stessa attività professionale) né scopo di lucro
– hanno il fine di valorizzare le competenze degli associati e garantire il rispetto delle regole deontologiche per agevolare la scelta e la tutela degli utenti nel rispetto delle regole sulla concorrenza

Inoltre:
– garantiscono trasparenza delle attività e degli assetti associativi, dialettica democratica tra gli associati, l’osservanza dei principi deontologici e una struttura organizzativa adeguata alle finalità dell’associazione
– promuovono la formazione permanente dei propri iscritti e adottano un codice di condotta (art. 27 bis del Codice del Consumo)
– vigilano sulla condotta professionale dei loro associati e stabiliscono le sanzioni derivanti dalla violazione del codice di condotta

Le associazioni possono, su richiesta, rilasciare l’attestato di qualità e di qualificazione professionale dei servizi prestati dai soci (legge 4/2013, artt. 4, 7 e 8). Tale attestato non costituisce comunque requisito necessario per l’esercizio dell’attività professionale.